Mancano 35 giorni al Natale… e Di Giacomo fa compagnia

Mancano 35 giorni al Natale e Di Giacomo ci fa compagnia.

Questa poesia era amatissima da mio nonno Giovanni Russo, che fu medico da giovane e uomo innamorato della vita fino al suo ultimo sospiro.

Nuttata ‘e Natale

I

Dint’ ‘a na grotta scura

dormeno ‘e zampugnare:

dormeno, appese a ‘e mura,

e ronfeno, ‘e zampogne

quase abbuffate ancora

‘a ll’ùrdema nuvena;

e ghianca, accumparesce e saglie ‘ncielo,

dint ‘a chiara nuttata,

‘a luna chiena.

Dormeno: a mezanotte

cchiù de n’ora ce manca;

e se sparano botte,

s’appicciano bengala,

e se canta e se sona

pe tutto ‘ o vicenato…

Ma ‘o Bammeniello nun è nato ancora,

e nun s’è apierto ancora ‘o Viscuvato.

Fora, doppo magnato,

esce nfucata ‘a gente:

ccà d’ ‘o viento gelato,

p’ ‘e fierre d’ ‘a cancella,

trase ‘a furia ogne tanto…

E c’ ‘o viento, e c’ ‘o friddo,

ncopp’ ‘a paglia pugnente, a ppare a ppare,

dormeno, stracque e strutte, ‘e zampugnare…

II

S’ è scetata mpunt’ ‘e quatto

na zampogna, e sta parlanno.

– Bene mio! – dice – è n’ at’ anno

ca turnammo a beni’ ccà!

E turnammo, n’ata vota,

a fa’ ‘o solito lamiento:

viene, vaie, nun trouve abbiento,

sona ccà; va a  sunà llà!

E che suone? Ullèro, ullèro!

è nasciuto il Re del Cielo

che nel candido suo velo

sulla terra calerà!

Maie d’ammore na canzona,

maie, maie n’ aria o allera o doce!

‘E na femmena na voce

mai putimmo accumpagnà!

Mme credite? Sto speruta

‘e sentì n’ aria curtese,

e chest’aria d’ ‘o pagghiese

cu stu suono accumpagnà! –

III

E rispunnette n’ata zampogna:

– Cummà, sentite, ve voglio di’

ca senza offesa, si premmettete

st’aria curtese m’ ‘allicordo i’.

E’ anticulella, ma nun fa niente,

ca se pò sempre bona cantà:

po’ addò sta scritto ca brutto è ‘o bbiecchio?

Nun cagna ammore: nun pò cagnà.

E comm’ a chesta quant’ ate e quante

me n’ allicordo belle accusì!

Certi canzone cu cierti stese

fatte p’ ‘e core fa’ ntenerì!…

IV

– Embè… sunatene quaccuna… – E comme?

Si nun m’abbuffano che buo’ sunà!?

– Zi’! St’amicizia surtato ‘o viento,

si ‘o viento è amabbele, mo ce pò fa’…

– Viento! – dicettero tutte ‘e zampogne –

nficchete, mpizzete, fance abbuffà!

Fance chest’urdema nuttata, stanno,

cuntenta, a Nnapule bella, passà… -.

V

E tecchete trasette p’ ‘e cancelle

nu sbruffo ‘e viento e ll’ abbuffaie, scuscianno

dint’ ‘e zampogne e mpont’ ‘e ciaramelle.

E ‘a grotta se scetaie: liggiero e lento

ne mutivo ‘e canzone ‘e primmavera

accuminciaie cu n’ accumpagnamento

a terza sotto. ‘A luna, aiuta ca steva

e cammenanno, se fermaie: chiù tonna

‘e nu mellone e cchiù ghianca d’ ‘a neva.

Guardatele, guardatele… Sentenno

sta museca, sunà, doce, ‘int’ ‘o scuro,

se torceno ‘e cchiù giuvene, durmenno.

Se voteno, se girano, c’ ‘a faccia

ncopp’ ‘e mantielle, e comm’ ‘int’ a nu suonno,

muoveno ‘e mmane e stenneno li braccia…

Ronfeno ‘e viecchie: sprufunnate stanno,

surde, stracque, ‘int’ o suonno e dint’ ‘a paglia:

e a stu suono sottile ‘o basso fanno…

VI

(Zampogna sola e coro ‘e zampogne)

Aiemmè! L’ammore è comm’ a na muntagna

e ce sta, coppa, n’arbero affatato:

rire chi maglie e chi scenne se lagna,

ca ‘o frutto culurito è mmelenato!

Ah, Ullèro, ullèro, ullà!

è comm’ a na muntagna…

E nun canta sta voce, aiemmè, se lagna!…

Ricordete, Marì! L’aria addurava,

ce ne ievemo sule a passe a passe;

e ce faceva luce e ce guardava

na luna che pareva ca penzasse…

Ah! Ullèro, ullèro, ullà!

Sta luna ce guardava…

Chi sa che lle pareva e a che penzava!

Torno p’ ‘a stessa via: ce paso a ll’ ora

ca ce passaie cu tte ll’urdema vota:

mme pare ‘a voce toia sentere ancora…

Ah! comm’ avota ‘o munno, ah, comm’ avota!…

E ullèro, ullèro, ullà!

Te chiamo: e ‘a miez’ ‘e fronne

ll’ eco, ll’ eco surtanto mme risponne…

D’ ‘e pedezzulle tuoie, nterra, ccà nnante

veco e canosco ‘o segno c’ aie lassato:

vicino a lloro, uh Dio, chiaro e lampante,

‘o segno ‘e n’ nati dduie ce sta stampato!…

Ah! Ullèro, ullèro, ullà!

Povero a me! So’ stato

pe n’ at’ ommo traduto e abbandunato!…

Tutto è venuto! C’ ‘a stagiona nova

lasseno ‘a casa vecchia ll’ aculei,

correno a n’ ata parte e fa’ la cova

e tu pure, tu pure e’ mise ‘e stelle!…

E ullèro, ullèro, ullà!…

L’ammore è na muntagna

rire chi maglie e chi scenne se lagna…

VII

E fennette ‘a canzona…

(E pareva c’ ‘o cielo, for’ ‘a grotta

se fosse fatto p’ ‘a piatà cchiù niro,

dint’ ‘a pace d’ ‘a notta.)

E fenette accussì, cu nu suspiro…

– E ghiate, ia’! – dicette

‘a cchiù longa e chi allora ciaramella –

E chesta è stata ‘a canzona curtese?!

Ne saccio una cchiù bella…

Iammo! ‘O viento ce sta. Se canta a stesa…

Cu sta malincunia

v’ ammusciate cchiù assai, cummara mia! –

VIII

(Ciaramella sola)

– Oi ma’, – dicetta a màmmema na vota –

io mme vurria nzurà: che nne dicite?

vurria truvà na femmena e na dota:

cunzigliateme vie ca vecchia site. –

Màmmema ‘a capa aizaie: mpont’ a nu dito

teneva ‘o ditaliello spertusato,

me metteva na pezza a nu vestito,

e ‘int’ ‘a pezza lassaie ll’ aco appezzato…

E dicette accusì:

Nda mbò! Ndì ndì!

Oro t’ha dda purtà, seta e velluto,

e pperne ‘e qualità, sfuse e nfelate,

nu cummò ‘e palisante auto e ghienguto

‘e panne lisce e panne arricamate.

Si è d’ ‘o pagghiese ‘a massaria nzerrata

addò nisciuno maie nun c’è trasuto:

si è de cità na bona annumenata,

n’arte ‘e mmane e nu parte canusciuto…

Canusciuto, guagliò!

Nda mbò! Nda mbò!

– E quann’ è chesto, oi ma’, – lle rispunnette –

sta nenna tale e quale rifurmata

comm’ ‘a vulite vuie, senza difette

e cu tanta virtù, l’aggio truvata.

Rosa se chiamma. ‘E pperne? ‘E ttene mmocca.

Ll’ oro? Songo ‘e capille anella anella.

‘O musso è comm’ a doie cerase a schiocca

‘E velluto so’  ll’uocchie… è bella! è bella!

è bella, è bella, oi ma’!

Nda mbò! Ndì ndà!…

E pe riguardo ‘a massaria…

IX

Fenette

tutta na vota ‘a museca. Sfiatate

zampogne, e ciaramelle

fennettero ‘e sunà. Pe nu mumento,

dint’ ‘o silenzio, a grotta

rummanette accusì:

po’ luntano sparaie n’ ùrtema botta,

e nu gallo cantaie: “Chicherichì!”.

“Chicherichì!” tante e tant’ ata galle

rispunnettero a ttuono.

L’organo d’ ‘a parrocchia ‘e ffunzione

nfra tanto accumpagnava

spannenno ‘o suono attuorno,

e già p’ ‘a strata ‘a gente cammenava.

Era Natale. E s’era fatto iuorno.

– Scetateve, scetateve, picciuotte!

Mannaie! Parte ‘o papore!

Susiteve ch’ è tarde: è fatto iuorno

e vuie dormite ancora!

Pigliateve ‘e zampogne,

ncapputtateve buone ascenno fora,

ca fa nu friddo ca fa zumpà ll’ogne! –

E, a ppoco a ppoco, ‘a grotta vummecaie

(parlanno cu rispetto)

quase na sittantina ‘e zampugnare.

Stunate ‘e cchiù figliule

steveno tutte quante…

Camminaveno arreto sule sule:

ieveno ‘e viecchie, accapputtate, nnante.

Mo s’ ‘e porta ‘o cummoglio: e sesca, e corre:

e case, arbere e sciumme

fiueno comm’ ‘o viento…

Nun parla cchiù nisciuno

mmiez’ ‘a fredda campagna;

ma pur ancora suspira quaccuno:

“Ammore, ca si’ comm’ a na muntagna…”.

Che gioia! Finalmente ci sono riuscito! Tanto tempo per trascriverla e stare attento a non sbagliare… ed ora è qui! La prima volta nella storia del web che questa bellissima canzone di Natale di Salvatore Di Giacomo viene pubblicata COMPLETA!

Che dire? La trovo struggente… meravigliosa… 🙂

Buon Natale a chi il Natale aspetta, e a chi canta canzoni d’amore!

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

3 risposte a Mancano 35 giorni al Natale… e Di Giacomo fa compagnia

  1. Rosa Andronaco ha detto:

    avvincente :-)ciao gianfranco ben ri-trovato

  2. zrcadlo84 ha detto:

    Grazie rosa amatissima 🙂 ma c’è un errore di battitura che devo correggere.. E non so come !!

  3. zrcadlo84 ha detto:

    Corretto ora 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...